Breve Guida ai Portali Immobiliari   07/10/2019  

Breve Guida ai Portali Immobiliari

La classifica dei più visitati e la guida ai servizi per privati ed agenzie immobiliari

I portali immobiliari e i siti di annunci immobiliari registrano milioni di visite ogni anno, ed il dato sembra essere destinato a crescere. Sempre più spesso, infatti, il primo passo per chi è alla ricerca di un immobile da acquistare avviene sul web. 

I portali immobiliari sono dunque uno strumento essenziale per chi si occupa di mettere sul mercato case e proprietà immobiliari: in particolare per le agenzie immobiliari, una conoscenza approfondita degli strumenti e delle possibilità messi in campo dai migliori siti immobiliari può diventare un plus spesso decisivo.

Vediamo dunque quali sono i portali immobiliari più visitati, come funzionano e quali servizi offrono a privati e professionisti.

I portali immobiliari più visitati nel 2019

La classifica dei siti immobiliari più visitati è uno strumento di grande utilità, nel momento in cui decidiamo di piazzare i nostri immobili sul mercato ed intendiamo piazzarli al miglior prezzo possibile. 

Pubblicare i propri annunci su un portale immobiliare con un alto volume di visite, un’ottima indicizzazione nei motori di ricerca ed una buona reputazione significa poter raggiungere un numero significativamente più ampio di potenziali acquirenti per i nostri immobili. 

Vediamo dunque quali sono i portali immobiliari più visitati nel 2019, con uno sguardo alle novità che caratterizzano la classifica del primo semestre di questo anno. Se è vero che i risultati relativi al traffico dei singoli siti stupiscono soltanto in parte, infatti, c’è però da considerare il fatto che le novità, per quanto minime, costituiscono potenziali trend per il prossimo futuro. 

In cima alla classifica dei portali immobiliari più visitati si confermano i capisaldi del mercato di annunci immobiliari sul web: immobiliare.it, casa.it, idealista.it e trovacasa.net continuano a dominare le ricerche on-line. 

Analizzando soltanto il mese di maggio, si vede che a fronte di un volume totale di traffico mensile di poco superiore ai 60 milioni, i 4 siti che aprono la classifica registrano da soli più di 55 milioni di visite mensili, oltre il 90% del totale.

Tra le novità del 2019, spiccano due new entries che vanno ad occupare da subito le posizioni 10 ed 11 della classifica dei siti immobiliari più visitati: immobiliovunque.it e bancadellecase.it sono nuovi competitor da tenere sotto osservazione nei prossimi mesi. 

Escono invece dalle prime 15 posizioni siti storici quali attico.it e trovocasa.corriere.it, la testata legata al Corriere della Sera, da tempo presente nella parte bassa della classifica dei 15 portali immobiliari più visitati da chi è in cerca di una casa da acquistare o da affittare. 

Il dato forse più importante da tenere presente è quello relativo al traffico totale: le visite ai portali immobiliari continuano a crescere con una certa costanza, confermandosi come prima scelta e access point prioritario da parte di chi deve acquistare o vendere un immobile.

Qual è il ruolo dei portali immobiliari? 

Quando si parla di mercato immobiliare i fattori da considerare sono sempre molti, a partire dalle caratteristiche dell’immobile in vendita. Oggi esistono canali specifici per vendere casa all’estero, come portali dedicati esclusivamente ad immobili di lusso, siti impostati sullo stile dei social ed altri centrati sulle funzionalità dei gestionali per agenzie. 

Come le agenzie fisiche, così anche i portali immobiliari vanno modificando il loro aspetto e le proprie funzionalità in base alle richieste di un mercato complesso, che si differenzia e specializza a gran velocità.

Si trovano perciò portali immobiliari gratuiti e a pagamento, siti che si occupano anche di mutui, altri in cui si può calcolare on-line il valore del proprio immobile, altri ancora che mettono a disposizione dei tools specifici da poter gestire in autonomia e on demand.

Molti dei portali immobiliari più visti consentono la pubblicazione sia alle agenzie sia ai privati. I prodotti offerti sono però sensibilmente diversi: per l’inserzionista privato, il portale immobiliare tende a rappresentare sempre più spesso un’agenzia immobiliare “virtuale”. 

Per le agenzie immobiliari i portali rimangono uno strumento importante per le proprie attività di promozione e di collocamento degli immobili.

Nonostante la costante dialettica tra agenti immobiliari e portali sui costi di abbonamento e l'aperta discussione sulla creazione di un "portale degli agenti immobiliari", portali come immobiliare.it, casa.it, idealista.it rappresentano ancora oggi lo strumento pubblicitario principale per le agenzie immobiliari.  Nel report dell'Osservatorio Immobiliare Digitale 2017 (OID) alla domanda "Utilizzi portali immobiliari per pubblicizzare gli immobili?". Circa il 97,72% degli agenti immobiliari ha risposto sì. 

Il portale è uno strumento pubblicitario con delle sue regole e delle opportunità da cogliere. Si può lavorare alla qualità e alla completezza degli annunci pubblicati: testi efficaci e descrittivi, foto e planimetrie nitide e ad alta risoluzione, virtual tour per valorizzare la propria offerta e differenziarsi dai concorrenti (agenzie e privati). Si può inoltre pagare di più per avere una maggiore visibilità (premium) del proprio annuncio all’interno del portale immobiliare.

Per gli agenti immobiliari il portale non può essere esclusivamente uno strumento di pubblicità, ma uno strumento di marketing a più ampio respiro. Il portale descrive perfettamente l'ambiente in cui l'operatore agenzia immobiliare va operare. Grazie ai portali è possibile analizzare la concorrenza, i prezzi e gli annunci degli altri immobili e di conseguenza sapersi posizionare e differenziarsi sul mercato.

Per non dipendere esclusivamente da un portale le agenzie immobiliari però devono avere la capacità di inserire il "canale pubblicitario portale" all'interno di una strategia di promozione più ampia che sappia mixare la propria presenza su portali diversi e intraprendere altre attività online come sito, blog o Facebook / Google Ads e attività offline. Saranno i risultati a essere la “bussola” di ogni agenzia per decidere dove investire il proprio budget pubblicitario.

Quali servizi si possono richiedere ad un portale immobiliare?

Abbiamo accennato ai servizi che i portali immobiliari più visitati offrono agli inserzionisti privati. Ma cosa può aspettarsi un’agenzia immobiliare da un portale, gratuito o a pagamento che sia?

Nella vita lavorativa di un agente immobiliare si susseguono quotidianamente appuntamenti, immobili da far visitare o da far fotografare e pubblicare on-line, rogiti, planimetrie, visure catastali e tutto quanto è necessario produrre per piazzare un immobile sul mercato immobiliare. 

I portali immobiliari, in tal senso, tendono a configurarsi come dei validi alleati delle agenzie nella gestione del lavoro. In generale, il portale immobiliare offre alle agenzie dei software gestionali, spesso inclusi nei costi di abbonamento al portale, che consentono alle aziende di gestire il lavoro in maniera più efficiente e condivisa con il proprio team. Oltre alle funzionalità tipiche dei gestionali, quali tabelle di condivisione, incrocio dati etc., esistono dei servizi più strettamente legati all’utilizzo del portale immobiliare.

 Altri software immobiliari come Realgest, indipendenti da contratti e vincoli con portali, puntano invece a diventare veri e propri hub di funzionalità per la gestione efficace e promozione delle attività dell'agenzia immobiliare includendo anche la funzionalità di multi invio, inserendo l’immobile nel gestionale automaticamente l’annuncio verrà esportato su tutti i portali, sul proprio sito e sui social.

Alcuni dei servizi citati tra quelli destinati agli inserzionisti privati trovano il loro spazio anche tra le offerte per le agenzie immobiliari: in particolare foto, video e Virtual Tour a 360° vengono esternalizzati sempre più spesso. Tali servizi stanno diventando rapidamente parte integrante dei gestionali per agenzie immobiliari. 

Funzioni più particolari, come il GEO-marketing, o la valutazione dei rischi per ogni cliente, sono già disponibili su diversi portali, spesso ad integrazione dei pacchetti deluxe destinati alle agenzie. 

Per quanto riguarda questa tipologia di servizi più specialistici, Realgest è all’avanguardia: è possibile, da un’unica interfaccia, richiedere visure catastali, ipotecarie e dei protesti, elaborati planimetrici ed estratti di mappa, registrazioni e disdette di contratti di locazione anche on demand, nel caso in cui si fosse scelto un piano che non comprende suddetti servizi.

Per concludere, abbiamo visto che i portali immobiliari che raccolgono la massima parte del volume del traffico web collegato a ricerche in campo immobiliare si vanno configurando sempre di più come fornitori di servizi a privati ed agenzie immobiliari. 

Se inizialmente pareva fossero da intendersi come sostituti virtuali delle agenzie, atteggiamento in parte ancora riscontrato e del tutto lecito, ad oggi si può sostenere che i portali immobiliari - la cui gran parte del lavoro passa appunto per i software gestionali delle varie agenzie affiliate - sono i più stretti alleati dei professionisti del settore immobiliare. 

Condividi su:    
« Indietro