Tessera Professionale Europea degli agenti immobiliari   18/08/2015  

Tessera Professionale Europea degli agenti immobiliari

Nuova direttiva per gli agenti immobiliari che possono operare in tutta europa

Ê stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Regolamento che recepisce la direttiva comunitaria 2013/55 sulla Tessera Professionale Europea (EPC) che agevolerà l'esercizio della professione in qualsiasi stato membro dell'Ue. La tessera entrerà in vigore nel 2016 e agevolerà in prima battuta proprio la mobilità degli agenti immobiliari, oltre a quella di altre quattro professioni.

Il Regolamento in Gazzetta Ufficiale

Il Regolamento pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 31 luglio scorso disciplina la presentazione online della domanda di tessera, che implica la creazione di un conto personale securizzato, del trasferimento delle richieste al stistema di informazione del mercato unico e all’autorità competente dello Stato membro di origine, del trattamento delle domande e dei documenti da parte di tale autorità, del pagamento di eventuali diritti.

La Tessera Professionale Europea, entrata in vigore

L'entrata in vigore della Tessera è prevista per il 18 gennaio 2016. Entro quella data il governo pubblicherà un decreto contenente l'elenco di tutte le professioni per le quali è disponibile una tessera professionale europea e il funzionamento della stessa.

Come ha ricordato Martin Frohn, Capo Unità 'Libera circolazione dei professionisti, Mercato interno, industria e PMI' della Commissione europea, durante una conferenza tenutasi a Roma, "la tessera sarà inizialmente disponibile per quelle professioni che hanno manifestato interesse al termine di un'ampia consultazione conclusasi poche settimane fa. Si tratta delle professioni di infermiere, farmacista, fisioterapista, guida alpina e agente immobiliare. Ma la sua applicazione potrà essere estesa successivamente anche ad altre categorie professionali."

Più mobilità per gli agenti immobiliari

La Tessera Europea non consiste in una “carta fisica”, ma in un iter esclusivamente telematico, che dovranno seguire gli Agenti Immobiliari (ed altre 4 categorie professionali) che vogliono stabilirsi in un altro Paese della UE per esercitare la loro professione stabilmente o temporaneamente nel Paese ospitante.

L’EPC renderà meno onerose le procedure di riconoscimento delle qualifiche tra un Paese e l’altro, eliminando inutili lungaggini burocratiche e permettendo così di risparmiare tempo e denaro. Sarà valida a tempo indeterminato nel caso in cui il professionista decida di stabilirsi definitivamente in uno degli Stati membri, altrimenti durerà 18 mesi per la prestazione temporanea dei servizi

Condividi su:    
« Indietro